Lacor Hospital/5

“…disturbo d’ansia, paranoia, depressione, allucinazioni e psicosi…sogni anormali/incubi, ansia acuta, depressione, irrequietezza, o confusione…sono stati riportati casi di suicidio, pensieri suicidi, comportamenti autolesionistici e tentativi di suicidio….” Queste sono le controindicazioni del mio antimalarico, e mi va di lusso che da una settimana, tutte le notti e per tutta la notte, vengono solo interrogato in matematica.

Oggi è domenica, e si va a Messa. Non mi viene nemmeno in mente di aprire un dibattito, qui il sentimento religioso è così forte che ogni volta che ho cercato un confronto mi sono trovato davanti a una tale incredulità da lasciarmi disarmato. Invece di andare verso il centro di Gulu, la nostra auto si dirige in aperta campagna, e ci lascia davanti a una specie di capannone semidiroccato, nel mezzo del nulla.

“anxiety, paranoia, paranoia, depression, hallucinations, and psychosis…. unusual dreams /nightmares, confusion, suicidal thoughts… suicide, self-harming and attempted suicide…” These are the possible side effects of my anti malaria pill. I am lucky that for the last week, every night and all night long, I only get tested in Mathematics.
Today is Sunday and we go to Mass. I don’t even think about having a debate on the subject. Here religious feelings are so strong that whenever I tried to begin a discussion, there was such an incredulous reaction that I felt quite helpless.
Instead of going towards Gulu, our car headed into the countryside where we were dropped off in front of a type of half-wrecked barn, in the middle of nowhere.

lacor16-2088

lacor16-2086

lacor16-2531

La funzione è già cominciata, e dall’interno si sente un canto gioioso. Vengo preso da un’emozione fortissima, riesco a cogliere il senso di comunità che vibra intorno quest’edificio.

Intanto alla spicciolata arrivano altri fedeli.

Mass had already begun and we could hear joyful singing from inside. I was completely overcome by the sense of community that was vibrating around us. More people arrived, in dribs and drabs.

lacor16-2139

lacor16-2116

lacor16-2107

lacor16-2543

Molti di loro sono ragazzini, e arrivano da soli anche bambini che non hanno di sicuro più di cinque anni.

A lot of them were children who arrived on their own, some couldn’t have been more than five years old.

All’interno, tra i musicisti, ritroviamo Santo,  che avevamo incontrato ieri nelle vesti di capo dei vigili del fuoco del Lacor Hospital. Intanto i canti si alternano alle prediche.

Inside, we found Santo, among the musicians. Yesterday, you met him in his role of head fireman of Lacor Hospital. In the meantime, singing and preaching carried on.

lacor16-2579

lacor16-2565

lacor16-2524

lacor16-2523

lacor16-2518

lacor16-2555

lacor16-2147

lacor16-2142

lacor16-2152

lacor16-2611

lacor16-2569

lacor16-2604

lacor16-2618

lacor16-2589

lacor16-2623

All’uscita della Messa, la scena è simile a quella che si sta probabilmente svolgendo davanti alle chiese di tutto il mondo, vecchie signore nei loro vestiti buoni che si salutano affettuosamente.

After Mass the scene was probably the same as that outside all the churches of this world; old ladies in their Sunday best greeting one another warmly.

lacor16-2658

lacor16-2652

Noi approfittiamo dell’occasione per fare amicizie, e cercare nuove foto.

We took advantage of this moment to make friends and take some new photos

lacor16-2673

lacor16-2686

lacor16-2691

lacor16-2635

Ci congediamo con una foto di gruppo di tutti i bambini.

We took a group photo of all the children before we left.

lacor16-2700

lacor16-2111

lacor16-2136

Siamo invitati da Santo a visitare la casa dei genitori, ma intanto che andiamo mi fermo a riprendere questo magnifico albero.

We had been invited to Santo’s parents and along the way, I stopped to take a photo of this magnificent tree.

lacor16-2732

Non sempre la sorte è clemente con i fotografi, ma anche a noi a volte capita una botta di fortuna. Passa una bimba con la sorellina legata dietro, ed è ben felice di farsi riprendere.

We photographers are not always so lucky but sometimes the tide turns! A youngster with her sister strapped to her back passed by and was happy to have her photo taken.

lacor16-2735

E questi sono i genitori di Santo, Valentina e John Baptist Apoko.

Here, we have Valentina e John Baptist Apoko, Santo’s parents

lacor16-2750

Per pranzo ce ne andiamo all’Acholi Inn, a Gulu. C’ero già stato, ricordavo un’aria coloniale, qualcosa alla Graham Green, ma il caldo ha seccato l’erba dei prati, e sono in corso lavori di ristrutturazione. Ma ci sono grandi alberi, e un vento quasi fresco.

We went to the Acholi Inn in Gulu for lunch. I was there before and I remembered its colonial air, Graham Green style but the grass was scorched and there was building work going on. There were, however, big trees and a fresh breeze blowing.

lacor16-2766

lacor16-2772

Prendono tutti la tilapia, un pesce locale, e solo io opto per la bistecca. Ma probabilmente la carne era finita, e per delicatezza non hanno voluto darmi un dispiacere. Sono sicuro, infatti, che mi abbiano servito il portafoglio di uno dei camerieri.

Per il caffé c’è stata la solita lista di richieste che noi italiani riusciamo a fare: espresso, ristretto, macchiato caldo, americano ecc. Il cameriere annuiva compunto, prendendo appunti, e poi la risposta ugandese è stata questa:

Everyone ordered tilapia which is a local fish and I was the only one who ordered steak. But, I imagine, they had run out of meat and didn’t want to tell me, out of kindness. But I am sure that I was served some poor waiter’s wallet on a plate. Coffee time brought the usual list that we Italians manage to reel off: espresso, reduced espresso, with a drop of hot milk, Americano etc. The waiter nodded knowingly and took note and then the Ugandan answer was this.

lacor16-2775

Il pomeriggio l’abbiamo passato al nuovo mercato coperto di Gulu, alla ricerca di Florence, la sarta da cui mi ero fatto fare numerose camicie anni fa.

In the afternoon, we went to the covered market in Gulu. I was searching for Florence, the dressmaker who had made me a pile of shirts years ago.

lacor16-2776

Camicie bellissime, come potete notare dalla foto (di Gianfranco Piantelli), ma che inspiegabilmente i miei cari tendono a nascondere, per impedire che io le indossi in loro presenza.

Florence non l’abbiamo trovata, ma in compenso ho comprato un coccodrillo ed un elefante, che sono sicuro risulteranno utilissimi nel mio futuro.

These are beautiful shirts, as you can see from Gianfranco Piantelli’s photo but, for some unknown reason, my beloved family hide so I cannot wear them in their presence. Florence was nowhere to be found but I did buy a crocodile and an elephant which, I am sure, will be very useful in the future.

lacor16-2789

lacor16-2805

lacor16-2798

lacor16-2793

Ora vado, che la prof di mate mi aspetta per interrogarmi. A domani, che si ricomincia col lavoro serio.

And now off to bed and the inevitable maths test. Tomorrow, the serious work begins again.

Condividi questo post su

3 Commenti

  1. Ciao Mauro che belle le immagini che pubblichi sul blog mi fanno viaggiare con la fantasia e trovo straordinarie le espressioni di persone che non ho mai visto e che anche in condizioni di grande semplicità trasmettono una fortissima carica di simpatia e di vitalità. Che belli i colori che belli i tessuti che belli gli occhi e le facce delle persone ti mando un caro saluto e un ringraziamento sono felice di tutto questo. Ho visto nelle tue fotografie anche una bell’immagine con il monumento che a suo tempo avevo disegnato per il Lacor e che Elio ha fatto realizzare così bene. Stó aspettando che l’alberello cresca fino a diventare maestoso a quel punto il ricordo dei tre sarà custodito dalle fronde della natura.
    Sono curioso di vedere le immagini della bella chiesa di Elio e spero ce ne mostrerai presto.
    Un saluto a voi tutti e in particolare a Gianfranco. Ciao !

    Rispondi
  2. Tutte bellissime, ma mi piace da morire la sarta con la macchina da cucire (come quella di mia nonna) circondata da stoffe coloratissime, veramente stupenda. Un bacione caro Mauro!

    Rispondi
  3. Le tue foto sono emozionanti ed è fantastico vedere con i tuoi occhi colori, paesaggi , occhi mani, espressioni. Grazie!

    Rispondi

Rispondi a Maria Grazia Fiore Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *